SOSTIENI I PROGETTI

ISCRIZIONE

ISCRIZIONE

Facebook

A Roma per misurare la partecipazione dei minorenni

Sarà a Roma, il 17 e 18 maggio la prossima tappa del progetto.
Un incontro a livello nazionle, dove il Veneto è rappresentato dai ragazzi delle scuole di Nove, Mason, Pove del Grappa, Bassano del Grappa e Rosà con Matteo, Leonardo, Riccardo, Marco, Vittoria e Giulia accompagnati da Antonio Bonamin.
Amici del Villaggio, con le associazioni del coordinamento per i diritti dell’Infanzia, continua il lavoro iniziato nel 2017, per la verifica della partecipazione attraverso lo strumento per misurare il livello di partecipazione dei minorenni, elaborato dal Consiglio d’Europa.



Cos’è la partecipazione dei minorenni? Perché misurarla?






In una società è tanto più evoluta quando è applicato il principio della condivisione ed è riconosciuto il bene comune. Da quell’ I CARE, pubblicizzato da Don Milani, alla lotta alla povertà nelle sue varie sfaccettature, sociale, educativa, valoriale: la partecipazione dei cittadini alla cosa pubblica è lo strumento principale per creare sviluppo e benessere.
Se questo avviene fin dalle giovani generazioni, se si insegna a partecipare fin da piccoli, una società garantisce il suo futuro.

Misurare quanto siano partecipi, cioè quanto siano informati e ascoltati, i minorenni, nelle cose che li riguardano, dà la misura di molti altri fattori sociali generali come la povertà, lo svantaggio sociale, la disparità di genere e molti altri diritti negati, come riportato nella raccomandazione Europea “Investing in children: breaking the cycle of disadvantage”(2013/112/EU).

Ecco che il lavoro che faremo a Roma, noi rappresentanti del Veneto, assieme ai ragazzi di Lombardia, Lazio e Liguria, ha una grande importanza per continuare il progetto del Consiglio d’Europa per costruire uno strumento veramente efficace per misurare la partecipazione dei minorenni. Saranno gli stessi ragazzi a tradurre in modo comprensibile le indicazioni europee in una guida semplice alla partecipazione e alla sua misurazione.

E’ il Children Right Division del Consiglio d’Europa (COE) che ha elaborato una Guida alla valutazione della partecipazione dei minorenni (child participation); la Guida CPAT (Child Participation Assessment Tool) prevede 10 indicatori misurabili per “fotografare” il livello di partecipazione dei bambini ed adolescenti ed è uno strumento che, su iniziativa dello stesso COE, viene sperimentato annualmente in alcuni paesi europei. Per il 2017 sono stati selezionati tre paesi tra cui l’Italia: la rete nazionale PIDIDA, di cui il Comitato Italiano per l’UNICEF segue il segretariato, è stata coinvolta dal Comitato Interministeriale per i Diritti Umani (CIDU) presso il Ministero per gli Affari Esteri e la Cooperazione allo Sviluppo nella sperimentazione dello strumento in Italia.

Amici del Villaggio ha organizzato e seguito la sperimentazione nel 2017 attraverso incontri con i ragazzi dei 20 comuni dell’Asl 7 e del Magnifico Consiglio dei Ragazzi di Rosà.




I risultati del 2017 sono pubblicati nel sito del coordinamento nazionale su www.infanziaediritti.it a questo indirizzo

http://www.infanziaediritti.net/guidacpat/

I risultati del lavoro di Amici del Villaggio per il Veneto del 2017 è visibile qui

Questa la lettera del segratariato UNICEF alle scuole e famiglie dei ragazzi coinvolti in questa fase

La comunicazione UNICEF ale scuole e famiglie

About Me

Le mie foto
Amici del Villaggio
... attivi per l'infanzia e i giovani
Visualizza il mio profilo completo

APPUNTAMENTI

Tutte le notizie

    Ultime notizie

    Archivio notizie

    News degli Amici del Villaggio